La relazione tra solubilitÓ e temperatura

La solubilità aumenta con la temperatura se il processo di soluzione è endotermico (assorbe calore), si riduce se è esotermico (cede calore).
la relazione tra temperatura e solubilità

Il processo di soluzione posso semplificarlo in questo modo

$$ soluto + solvente \rightarrow soluzione \pm calore $$

Se il processo è esotermico il segno del calore è positivo (+) perché la soluzione cede calore all'esterno.

Viceversa, se il processo è endotermico il segno del calore è negativo (-) perché la soluzione assorbe calore dall'esterno.

I processi sono spiegabili tramite il principio di Le Chatelier.

Nota. Va comunque detto che questa regola non è generale. Ci sono diverse eccezioni perché alcune sostanze la violano. Pertanto, è sempre necessario fare riferimento ai dati raccolti in modo sperimentale. Ad esempio, in alcune sostanze il processo di soluzione è endotermico fino a una certa temperatura T, poi diventa esotermico.
un esempio di eccezione alla regola
C'è però una regola generale molto importante che si verifica comunque in tutte le soluzioni regolari e non regolari: mantenendo la temperatura costante, la solubilità non cambia. Pertanto, anche se una sostanza presenta una curva irregolare, per fare in modo che il processo sia esotermico o endotermico basta modificare le condizioni ambientali alla temperatura opportuna.

    Un esempio pratico

    Esempio 1 (processo soluzione esotermico)

    Prendo in considerazione un processo di soluzione esotermico che avviene con sviluppo di calore.

    Di conseguenza il processo inverso di dissoluzione è un processo endotermico che assorbe calore.

    il processo di soluzione esotermico

    Un aumento di temperatura aumenta il calore assorbito dal sistema.

    l'effetto dell'aumento del calore (temperatura)

    Il maggiore calore assorbito dal sistema ha due effetti

    1. favorisce la dissoluzione (disaggregazione delle particelle) perché il processo è endotermico
    2. ostacola la riaggregazione delle particelle perché il processo è esotermico.

    Secondo il principio di Le Chatelier c'è quindi da aspettarsi che la solubilità del sistema aumenta con la temperatura.

    Esempio 1 (processo soluzione endotermico)

    Un processo di soluzione è endotermico, avviene con assorbimento di calore.

    Pertanto, il processo contrario di dissoluzione è esotermico, si verifica con cessione di calore.

    un esempio di processo di soluzione endotermico

    Un aumento di temperatura comporta l'assorbimento di calore dal sistema.

    il processo di soluzione endotermico

    L'aumento del calore nel sistema causa due effetti

    1. ostacola il processo di dissoluzione (disaggregazione delle particelle) in quanto è esotermico
    2. favorisce il processo di aggregazione tra le particelle in quanto è endotermico

    Essendo più difficile separare le particelle, in questo caso la solubilità si riduce con la temperatura.

    E così via

     


     

    Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

    FacebookTwitterLinkedinLinkedin
    knowledge base

    Le soluzioni in chimica