Talete

Talete fu uno dei filosofi della natura, un presocratico o presofista, vissuto nel VII-VI secolo avanti Cristo. Nacque a Mileto, una colonia greca dell'Asia Minore e appartenente alla scuola di Mileto ( o scuola ionica ).

Chi era Talete?

Era considerato il più saggio dei sette sapienti dell'antichità, uno dei più importanti filosofi presocratici. Il suo sapere spaziava dalla matematica all'astronomia. Fu il fondatore della filosofia della natura ( physis ).

Talete è il fondatore della filosofia. Secondo alcuni, Talete fu anche il fondatore della filosofia occidentale in generale, perché fu il primo a chiedersi domande universali ( es. qual è origine di tutto? ) cercando le possibili risposte nella ragione ( spiegazioni razionali ) e non nel mito o nella religione. Ha un approccio scientifico nei confronti della natura, basato sull'osservazione e il ragionamento. Inoltre, fu il primo a cercare un principio razionale e generale della natura da cui avevano origine tutti i fenomeni naturali.

Talete viaggiò molto e visitò diversi luoghi del mondo antico. In particolar modo l'Egitto, dove sembra riuscì a misurare l'altezza di una piramide misurando la sua ombra.

Nel 585 avanti Cristo riuscì anche a prevedere l'arrivo di un'eclissi solare. La previsione dell'eclissi totale gli consentì di diventare molto popolare tra i suoi contemporanei.

Nota. Talete era anche un imprenditore molto attento e, a volte, persino uno speculatore economico. Si narra che riuscì a prevedere le condizioni climatiche favorevoli a alla produzione d'olio, grazie ai suoi studi astronomici. Usò questa previsione per suoi fini privati. Affittò a basso costo tutti i frantoi della zona in largo anticipo, per ricollocarli a un prezzo molto elevato al momento del raccolto delle olive, quando tutti si accorsero dell'eccezionale raccolto.

Qual era il progetto filosofico di Talete?

Come altri filosofi greci della sua epoca, anche Talete si interrogò sull'origine della natura. Cercò di spiegare la sostanza primordiale delle cose, quella sostanza da cui tutto deriva e a cui tutto torna.

Secondo Talete, la sostanza primordiale era l'acqua. E' celebre la sua affermazione: "l'acqua è il principio naturale di tutte le cose".

l'acqua è il principio di tutto

Perché l'acqua è il principio di tutto?

Non si conosce il motivo di questa affermazione, perché gran parte del suo pensiero è andato perduto nel tempo. Talete non lasciò nulla di scritto.

Nota. Conosciamo il pensiero di Talete grazie ai filosofi greci del V e IV secolo a.C., in particolar modo Aristotele e Diogene Laerzio, che raccontarono nei loro scritti gli insegnamenti filosofici della vecchia scuola di Mileto. Per questo motivo non abbiamo testimonianze scritte complete sul pensiero di Talete ma soltanto sulle conclusioni a cui giunse.

Probabilmente, Talete si accorse della presenza dell'acqua nei luoghi in cui sorge la vita. Dopo la pioggia cresce l'erba, la terra vicino ai corsi d'acqua è più fertile ed è popolata da più animali, e così via.

una cascata d'acqua in uno stagno dove prospera la vita

L'acqua è portatrice di vita ( insetti, animali, ecc. ). Inoltre, l'acqua si trasforma sotto gli occhi dell'uomo in ghiaccio ( solido ) o in vapore ( gas ).

L'acqua sulla vetta di un monte si trasforma in un ghiacciaio nei mesi invernali e si scioglie in primavera per poi tornare a scorrere nei fiumi.

Infine, sulla Terra l'acqua è ovunque. La troviamo sotto forma di umidità sia nell'aria che nella terra. Se l'acqua è la componente comune di tutto. è dentro ogni cosa, allora l'acqua potrebbe anche essere il fondamento stesso della realtà.

Tutto è pieno di dei. Si tratta di una frase, di un'affermazione famosa di Talete. Il filosofo la usò per sottolineare l'ubiquità e l'originarietà dell'acqua.

In conclusione, secondo Talete tutto nasce dall'acqua e tutto torna ad essere acqua.

Ilozoismo. La visione di Talete è una delle fondamenta della scuola filosofica ionica dell'ilozoismo, secondo la quale il principio della vita è intrinseco alla materia. Detto in breve... se tutto è composto da acqua e l'acqua è vita, allora non c'è alcuna differenza tra la materia animata e inanimata.

Le scoperte di Talete in astronomia

Talete contribuì alla nascita dell'astronomia greca e fece diverse scoperte scientifiche.

Fu il primo a suddividere l'anno in 365 giorni e a calcolare gli equinozi e i solstizi che separano le stagioni.

Provò anche a misurare il diametro del Sole e della Luna, basandosi sulla superficie di spazio occupata dai due corpi nella volta celeste.



Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

knowledge base

Le pagine dedicate alla filosofia

  1. Il taoismo