Le radiazioni ultraviolette ( raggi UV )

I raggi ultravioletti ( UV ) sono radiazioni elettromagnetiche con una lunghezza d'onda compresa tra 400 e 10 nanometri.

Le radiazioni ultraviolette si estendono dalle radiazioni visibili all'occhio umano fino ai raggi X. Hanno una frequenza tra 107 Ghz e 7,5·105 Ghz.

Le bande dell'ultravioletto

I raggi ultravioletti sono classificati in tre bande a seconda della lunghezza d'onda.

  • Ultravioletto vicino o prossimo ( 400-300 nm )
  • Ultravioletto lontano ( 300-200 nm )
  • Ultravioletto estremo ( < 200 nm )

Dal punto di vista degli effetti dei raggi UV sulla salute umana, la radiazione ultravioletta è classificata in A, B e C a seconda della lunghezza d'onda.

  • UV-A (400-315 nm)
  • UV-B (315-280 nm)
  • UV-C (280-100 nm).

Qual è la sorgente dei raggi ultravioletti

I raggi ultravioletti sono prodotto per emissione termica da un corpo molto caldo.

La sorgente dei raggi ultravioletti può essere naturale ( es. stella ) o artificiale ( es. lampada a incandescenza, tubi a bassa pressione, fluorescenza in materiali eccitati, ecc. ).

Come rilevare i raggi UV?

Le radiazioni UV hanno una frequenza superiore alla luce visibile.

Pertanto, non possono essere osservate dall'occhio umano.

Per rilevare i raggi ultravioletti si utilizzano apposite lastre fotografiche o tubi fotomoltiplicatori.

Gli effetti dei raggi UV sulla vita

Le radiazioni ultraviolette influenzano le reazioni fotochimiche degli organismi viventi, perché sono radiazioni con forte potere ionizzante.

Esempio. I raggi ultravioletti sono indispensabili per la fotosintesi clorofilliana. Inoltre, stimolano la produzione della melanina che determina l'abbronzatura della pelle.

Tuttavia, non tutte le radiazioni UV hanno un effetto benefico sulla vita.

Nello spettro elettromagnetico i raggi UV sono radiazioni energetiche con lunghezza d'onda inferiore alla luce visibile.

Hanno sufficiente energia per indurre la transizione degli elettroni tra i diversi livelli energetici dell'atomo quando sono assorbiti da un corpo.

l'assorbimento di energia al passaggio del fotone

Le radiazioni ultraviolette ad alta frequenza sono anche radiazioni ionizzanti e trasformare l'atomo in uno ione.

Pertanto, i raggi UV possono anche essere dannosi per gli organismi biologici.

Quali sono i raggi UV pericolosi per la vita?

Il Sole emette raggi UV con una lunghezza d'onda compresa tra 0,25 e 0,36 μm.

I raggi con lunghezza d'onda compresa tra 0,25 e 0,31 μm sono più energetici e sono nocivi per gli organismi viventi.

Fortunatamente, lo strato di ozono nell'atmosfera terrestre filtra gran parte dei raggi UV ad alta energia e protegge gli esseri viventi dai raggi ionizzanti.

Sulla Terra arrivano prevalentemente i raggi UV a bassa energia.

Nota. L'ozonosfera filtra il 100% dei raggi UV-C e il 95% dei raggi UV-B, lasciando passare soltanto i raggi UV-A, meno energetici rispetto agli altri.

Tuttavia, i raggi UV ad alta energia non sono completamente filtrati dallo strato di ozono.

Circa il 5% raggi UV-B oltrepassano l'ozono atmosferico.

Inoltre, l'inquinamento sta causando l'assottigliamento progressivo dello strato di ozono ( buco dell'ozono ).

Per questa ragione è consigliabile non esporsi troppo alla luce solare.

Nota. In particolar modo nelle ore di punta, quando le radiazioni arrivano più perpendicolari al suolo e oltrepassano uno spessore minore dello strato di ozono nell'atmosfera terrestre.


 
Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

Libri di approfondimento

L'elettromagnetismo

  1. La teoria dell'elettromagnetismo
  2. Le onde elettromagnetiche
  3. Lo spettro elettromagnetico