Raggi infrarossi

Le radiazioni infrarosse sono radiazioni elettromagnetiche con una larghezza d'onda compresa tra 0,75 μm e 1 mm. I raggi infrarosso hanno la proprietà di trasmettere il calore.

Nello spettro elettromagnetico l'infrarosso (IF) occupa una regione compresa la luce visibile e le microonde.

Qual è l'origine dei raggi infrarosso

Le radiazioni infrarosse sono emesse dai corpi caldi ( es. una stella, una lampada a incandescenza, il corpo umano, ecc. ).

L'emissione dei raggi infrarossi è direttamente correlata con il calore.

Quanto più è alta la temperatura della sorgente, tanto maggiore è l'emissione delle radiazioni infrarosse.

I raggi infrarossi rispettano tutte le proprietà delle onde elettromagnetiche ( riflessione, assorbimento, ecc. ).

In particolar modo, quando un corpo assorbe i raggi infrarossi, il corpo assorbe il calore e si scalda.

Quali sono le applicazioni dell'infrarosso

I raggi infrarossi non sono visibili dall'occhio umano. Possono comunque essere rilevate tramite apposite pellicole o obiettivi.

Esempio 1. Le videocamere a infrarosso associano dei colori alle radiazioni infrarosse, per stampare una mappa termica dell'ambiente. In un'immagine a infrarosso si possono distinguere le zone più calde e più fredde ( es. gli spifferi in una stanza, la temperatura delle masse d'aria nel cielo, ecc. ).

Esempio 2. Un termometro a infrarossi rileva le radiazioni infrarosse emesse dal corpo umano per misurare la temperatura corporea.

Le applicazioni tecnologiche dei raggi infrarosso sono molteplici, dalla medicina ( strumenti diagnostici ) all'ingegneria, dall'aeronautica alla meteorologia.


 
Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

FacebookTwitterLinkedinLinkedin
knowledge base

L'elettromagnetismo

  1. La teoria dell'elettromagnetismo
  2. Le onde elettromagnetiche
  3. Lo spettro elettromagnetico