La legge di Stefan Boltzmann

Secondo la legge di Stefan Boltzmann un corpo nero emette una quantità di energia proporzionale alla quarta potenza della temperatura del corpo stesso.

Perché si chiama legge di Stefan Boltzmann

La legge prende il nome dei due scienziati che la scoprirono nel XIX secolo.

Questa legge venne scoperta in un esperimento dal fisico sloveno-austriaco Josef Stefan nel 1879 e spiegata teoricamente dal fisico e matematico austriaco Ludwig Boltzmann nel 1884.

La formula della legge di Stefan Boltzmann

La formula della legge di Stefan Boltzmann è la seguente:

legge di Stefan Boltzmann

L'energia ( E ) emessa dal corpo è determinata dalla temperatura del corpo ( T ) espressa in gradi Kelvin, elevata alla quarta e moltiplicata per una costante sigma ( σ ) detta costante di Stefan Boltzmann.

Nota. La legge è valida soltanto per i corpi neri ideali.

Qual è il valore della costante di Stefan Boltzmann

Alla costante di Stefan Boltzmann è assegnato il valore 5,669 x 10-8 W/m2K4.



Segnalami un errore, un refuso o un suggerimento per migliorare gli appunti

Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.
knowledge base

Libri di approfondimento